venerdì 30 settembre 2016

L'etimologia del Lambrusco

Lo so, non è un vino toscano, ma non ho saputo resistere appena ho avuto l'illuminazione su questo splendido etimo di origine 100% barbarica e che in giro vedo sempre spiegato con un origine latina da labrŭscum altamente improbabile. Ma andiamo per ordine, per chi non lo conoscesse ma ne dubito, il Lambrusco è un vino rosso giovane, frizzante che si produce in Emilia, nella zona di Modena in particolare.

La parola Lambrusco è composta da due etimi differenti, partiamo dalla fine. Come riportato sulla nostra glossa longobarda abbiamo già trovato l'etimo brusk (arbusto spinoso) in altre parole toscane come in bruschetta, fetta di pane arrostito preparata strofinandoci uno spicchio d'aglio e condita con olio novo; in bruschino piccola spazzola per la pulizia delle unghie; in bruscolo fastidioso e pungente corpo estraneo che finisce nell'occhio nonché nel reggiano bruscia, spazzola usata per cavalli o buoi, quindi sempre ad indicare qualcosa che graffia, che raschia. proprio come l'effetto del vino frizzante e un po' acido sulla gola. Lam è più difficile significa agnello come sostantivo, ma a noi interessa l'aggettivo che vale incompleto, imperfetto, non compiuto anche paralizzato ed è riferito al concetto del "vin giovane" consumato prima del tempo, prima di arrivare alla sua maturazione, proprio come l'agnello dal punto di vista alimentare. Ancora una volta il dialetto modenese sembra essere in Italia quello più profondamente influenzato dalle parole di origine barbarica.

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...