martedì 9 agosto 2016

Storia della croce rossa patente, l'antico simbolo dei cavalieri templari

Il simbolo della croce rossa è antichissimo e universale, in origine fu il marchio di Caino il segno con funzione protettiva che Dio impresse ben visibile su Caino affinché chi lo incontrasse non gli facesse alcun male così come si legge nella Genesi:
Ma il Signore gli disse: "però chiunque ucciderà Caino subirà la vendetta sette volte". Il Signore impose a Caino un segno, perché non lo colpisse chiunque l'avesse incontrato" Genesi 4,15

Anunnaki sumero con impressa la croce patente
sul petto
Questo antico simbolo ha giocato un ruolo importante nella storia dell'uomo e può essere ricondotto a svariate culture dalla rosa dei Rosacroce agli indiani Hopi d'America, dalla croce solare dei druidi celti ad alcune tribù africane occidentali del Burkina Faso e del Ghana, fu usato per la prima volta dai Sumeri più di 5.000 anni fa nella forma di una croce circondata da un cerchio, per gli antichi Sumeri chiunque portasse questo simbolo non poteva essere toccato da nessuno perché protetto da Dio, presso i Sumeri divenne l'emblema della "progenie principesca" la stirpe celeste degli Anunnaki.

Per capire il significato esoterico della Croce bisogna tornare a quando Gesù insegnò ai suoi discepoli il segno della Croce, movimento nel quale si tocca la fronte, il petto e le due spalle che sono centri focali magnetici: del corpo umano: il plesso solare è considerato il luogo dell'anima, la fronte è direttamente collegata alla ghiandola pineale o "terzo occhio" che gli antichi filosofi chiamavano porta dell'anima. Un gesto che serve per armonizzare e mettere in comunicazione tutte le energie che circondano il corpo.

Philip Gardiner nel suo libro "I segreti del serpente, alla ricerca del passato sacro" scrive:
Uno dei segni più suggestivi della storia cristiana è la croce rossa sia nella sua versione a croce latina che in quella templare a croix pattee, è un potente simbolo soprattutto se impressa su uno sfondo bianco. Può essere messa in relazione col marchio di Caino o col marchio di nascita dei sovrani Merovingi e perfino nella croce templare, tutti possono essere messi in relazione in un modo o nell'altro col simbolo del serpente. Infatti la croce rossa è universalmente riconosciuta come il segno del serpente e indossarne una è sempre stato un particolare segno distintivo. I serpenti sono intrecciati, il serpente è il simbolo del sole e la croce quello delle stagioni. I Rosacroce, termine che ovviamente significa rosa e croce rossa, erano una società di alchimisti e spiritualisti. Legati quasi indissolubilmente ai Massoni, ai Templari e alle vicende del Graal, sono stati oggetto di studi e dibattiti.
Simbolo sumero per Dio pronunciato "An"



San Paolo, nella sua Lettera ai Galati 6,17 scrive:
D'ora innanzi nessuno mi procuri fastidi: difatti io porto le stigmate di Gesù nel mio corpo.
Ormus un monaco/mago egiziano convertito al cristianesimo da San Marco quando questi venne a predicare il vangelo in Egitto e gli adepti alla sua setta gnostica alessandrina usarono il simbolo di una croce d'oro smaltata di rosso nel I secolo d.C.

Croci templari
Nonostante l'ordine dei poveri cavalieri del tempio di Salomone fosse stato fondato nel 1119, ci vollero almeno vent'anni prima che i Templari emergessero come ordine pienamente costituito con una vera e propria struttura gerarchica ed una regola. Bisognerà aspettare il 1147 prima che ai Templari il Papa concedesse il diritto di portare sui mantelli la croce rossa. Si trattava di Papa Eugenio III, un pisano allievo e discepolo di San Bernardo che era stato monaco nel monastero di Chiaravalle. Non è allora sorprendente che questo papa appena eletto promulgò la bolla Militia Dei che favoriva i Templari ormai diventati un importante ordine militare sia in Terrasanta che in Europa occidentale. Il papa concesse ai cavalieri Templari il diritto di costruire proprie cappelle indipendentemente dalle diocesi e di seppellire i propri morti in queste cappelle.

Cappella di Rosslyn - Scozia
Rosone
Nel 1450, più di cento anni dopo la soppressione dell'ordine da parte di Filippo il Bello, William Sinclair (St. Clair) cominciò la costruzione della Cappella di Rosslyn in Scozia.

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...