domenica 2 novembre 2014

Il folklore popolare: Masche e Ragane al tempo dei Longobardi

I Longobardi come tutti i popoli germanici erano molto superstiziosi, Indagando fra le varie figure magiche che facevano parte del loro folklore abbiamo già incontrato la Masca alla quale si fa riferimento nell'Editto di Rotari nei termini di strega o spirito maligno sempre con un significato negativo: "Si quis eam strigam, quod est Masca, clamaverit". Le masche nella tradizione popolare del Nord Italia e del Piemonte in particolare sono ritenute spiriti maligni, anime dei morti, o più in generale fattucchiere che per ingannare le proprie vittime possono prendere le sembianze di persone reali, animali o cose. In Toscana ancora oggi si usa il verbo ammascare col significato di svelare, riconoscere.

Oggi ci occupiamo della Ràgana. In italiano si usa il termine colloquiale di ràgana per indicare una donna particolarmente brutta, In realtà la Ragana fa riferimento a quelle donne, generalmente spiriti liberi che mal si inserivano nella società patriarcale altomedievale, che vivevano fuori dai villaggi in luoghi isolati e fungevano da guaritrici conoscendo le proprietà terapeutiche delle piante, aiutavano anche a far nascere i bambini, erano custodi di antiche sapienze popolari che si tramandavano di madre in figlia.

Nella mitologia baltica, cioé lituana, lettone e prussiana, la Ragana significa letteralmente "colei che vede" ed è ritenuta una figura mitologica legata alla guarigione, quindi una figura positiva. Come per tutte le figure popolari pre-cristiana anche la Ragana ebbe successivamente una connotazione negativa dovuta alla conversione al Cristianesimo spesso forzata di queste popolazioni, anche se per via sincretica queste figure continuarono a vivere nell'immaginario collettivo popolare. Tuttora nella lingua lituana, la lingua indoeuropea più antica d'Europa, Ragana significa strega.

In Toscana esiste un toponimo Ragana situato nei pressi di Castelvecchio, dove sorge la bellissima Pieve di origine longobarda caratterizzata delle teste di pietra scolpite sulla facciata.

Per un blog è molto importante il vostro sostegno, se potete cliccate sui tasti social "mi piace", "tweet" etc che trovate qui sotto ... grazie. 

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Ragana e' la parola lituana, significa la strega. https://translate.google.com/#lt/it/ragana

Anonimo ha detto...

Mi a piaciuto molto questa explicazione de le Masche e le Ràgana (scussa il mio povero Italiano, lo parlo meglio que lo scribo, sono spagnola hehe) e molto interesante, sto investigando il folklore della Italia (del piamonte specificamente) e questo mi ha servito di aiuto :)

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...